La Cessione del Quinto dello Stipendio è una particolare forma di prestito personale non finalizzato che prevede la restituzione del debito a chi ha concesso il credito direttamente da parte del datore di lavoro attraverso una trattenuta mensile dal pagamento percepito in busta paga.

Il datore di lavoro o l’ente erogatore della pensione, che ricoprono quindi la figura del garante, possono accettare o rifiutare la cessione del quinto rispettivamente al dipendente o al pensionato.

Il richiedente non è tenuto a specificare alla banca, all’istituto di credito o all’ente finanziario al quale si rivolge a cosa sarà finalizzato il prestito, e la garanzia del datore di lavoro o dell’ente erogatore della pensione risulta essere sufficiente per concederlo, di conseguenza non verranno effettuati ulteriori accertamenti sulle condizioni economiche e redditizie del soggetto in questione.

La condizione necessaria per ottenere questo tipo di prestito è quindi la dimostrazione che si percepisce mensilmente un’entrata economica, sia essa stipendio o pensione.
Chi ha sottoscritto con il datore di lavoro un contratto a tempo indeterminato ha maggiori possibilità di vedere accolta la domanda di cessione del quinto e può ricevere una somma più alta in quanto la restituzione può essere dilazionata in un periodo di tempo maggiore rispetto al caso di coloro che lavorano con un contratto a tempo determinato. In questo caso la data ultima di restituzione del debito dovrà essere correlata alla data di scadenza del contratto lavorativo.
Nel caso in cui il cedente sia un pensionato, l’accettazione o meno della richiesta di prestito dipenderà principalmente dall’età del richiedente.

La rata che verrà trattenuta dallo stipendio dovrà essere a tasso fisso e non dovrà superare la quinta parte dello stipendio o pensione percepita mensilmente.
Come garanzia per la cessione del quinto solitamente il creditore richiede la stipula di una polizza assicurativa sulla vita che possa coprire il pagamento delle rate nel caso in cui si verifichino condizioni di disagio quali la perdita del lavoro.

Le banche, gli istituti di credito e gli enti finanziari propongono tassi e condizioni differenti per quanto concerne la cessione del quinto. Di conseguenza, per scegliere l’opportunità più conveniente ed adatta al proprio caso è consigliabile visionare il maggior numero di preventivi possibile. Richiederli è molto semplice e bastano alcuni minuti. Collegandosi al sito dell’ente creditizio al quale si è interessati si può accedere ad un form apposito nel quale inserire i propri dati anagrafici, le informazioni riguardanti la propria condizione lavorativa ed economica, l’importo che si intende richiedere ed il lasso di tempo nel quale si prevede di ammortare il debito.
Nel giro di pochi giorni i preventivi si riceveranno nella propria casella di posta elettronica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *