Le soluzioni creditizie a disposizione di un soggetto con bisogno di liquidità sono molteplici: al giorno d’oggi tra cessione dello stipendio, prestiti e finanziamenti è davvero facile riuscire a trovare il prodotto più adatto alle proprie esigenze. Possiamo affermare che una soluzione migliore in assoluto non esiste e che tutto varia in base alla posizione redditizia e creditizia del richiedente.

In linea generale, tra i generici finanziamenti rientrano tre diverse tipologie di credito: il prestito personale, la cessione dello stipendio e il credito al consumo. Lasciando da parte la terza tipologia di finanziamento, legata all’acquisto di un bene di consumo e che in genere non richiede neppure un contatto tra l’ente erogatore e il soggetto beneficiario, sono la cessione dello stipendio e i prestiti semplici a dare al richiedente la possibilità di risparmiare, scegliendo una strada invece che un’altra.

Cessione del quinto o prestito personale: quale strada preferire?
Consideriamo il caso di un lavoratore dipendente o di un pensionato iscritto a qualsiasi ente previdenziale. Risulta essere, infatti, questa l’unica situazione possibile per un confronto poichè il quinto dello stipendio non può essere ceduto da un autonomo, categoria quest’ultima che può solo chiedere un prestito personale da rimborsare con bollettino postale o con appoggio su Rid bancario.

Il caso limite del confronto tra la cessione dello stipendio e i prestiti personali è rappresentato dal soggetto che ha avuto problemi nei pagamenti passati e che per questo è stato iscritto in CRIF o in CTC. Ebbene, tale soggetto non può ottenere un prestito personale se non con una seconda firma a garanzia del finanziamento stesso. In questo caso, la strada più consigliata al dipendente è quella della cessione del quinto, se non altro perchè non vengono coinvolti terzi soggetti.

Ma in una situazione di pareggio tra prestiti e cessione dello stipendio cosa è preferibile scegliere? Se l’anagrafica del richiedente è pulita allora è consigliabile indirizzarsi verso un semplice prestito. Su quest’ultimo, infatti, gravano spese assicurative decisamente inferiori rispetto a quelle della cessione del quinto. In termini generali, infatti, la cessione dello stipendio è sicuramente più cara di un prestito personale. Sarebbe anche interessante fare un discorso di prospettive: optare oggi per un prestito personale significa avere domani (e in caso di necessità) la possibilità di giocarsi la cessione del quinto.

Dove trovare le offerte migliori
Lo sviluppo delle tecnologie web ha permesso di creare le basi per un ulteriore risparmio sulle spese per il finanziamento. Il risparmio è reso possibile dalle maggiori occasioni di confronto disponibili online. Per riuscire a risparmiare sul prestito si possono confrontare le offerte dei vari operatori semplicemente cliccando sul sito dell’istituto erogante. Oramai, infatti, tutti i players del settore hanno dei form per questo genere di operazione. Se, invece, si desidera ridurre ulteriormente i tempi, il consiglio è di navigare su questo sito dove è possibile confrontare le offerte dei vari operatori utilizzando i link e le tabelle presenti. Un’operazione semplice e veloce che permette di ottenere il prestito più vicino alle proprie esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *